Reclami

Il contraente ha facoltà, ferma restando la possibilità di rivolgersi all'Autorità Giudiziaria, di inoltrare reclamo per iscritto all'intermediario o all'impresa preponente; di seguito sono elencati i recapiti delle funzioni aziendali competenti differenziate per ciascuna delle imprese per le quali opera l'intermediario:

Sara Assicurazioni SpA: inoltrare il reclamo per iscritto a Direzione Affari Legali e Societari – Funzione Reclami, Via Po 20 – 00198 Roma, oppure via fax 06.8475254, oppure via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure utilizzando il forum sul sito www.sara.it nella sezione reclami.

Sara Vita SpA: inoltrare il reclamo per iscritto a Direzione Affari Legali e Societari – Funzione Reclami, Via Po 20 – 00198 Roma, oppure via fax 06.8475259, oppure via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure utilizzando il forum sul sito www.sara.it nella sezione reclami.

I reclami inoltrati per il tramite dell'intermediario dovranno essere sporti per iscritto indirizzandoli a Rizzo Fabio, Via Emanuele Notarbartolo 23 - 90141 Palermo, oppure via fax 091.6197404, oppure via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure via pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Qualora non dovesse ritenersi soddisfatto dall'esito del reclamo o in assenza di riscontro da parte dell'intermediario o dell'impresa entro il termine massimo di quarantacinque giorni, il contraente può rivolgersi all'IVASS, Servizio Vigilanza Intermediari, Via del Quirinale n. 21 – 00187 Roma, allegando la documentazione relativa al reclamo trattato dall'intermediario o dall'impresa preponente.

Rimane ferma la facoltà per il contraente di ricorrere a sistemi alternativi di risoluzione delle controversie con le modalità di seguito indicate:

  • Conciliazione Paritetica: le controversie che possono essere trattate mediante la conciliazione paritetica sono quelle relative a sinistri R.C. Auto la cui richiesta di risarcimento non sia superiore a 15.000,00 euro. Può attivare la conciliazione paritetica il consumatore che abbia presentato una richiesta di risarcimento del danno all'impresa e non abbia ricevuto risposta, oppure abbia ricevuto un diniego di offerta, oppure non abbia accettato, se non a titolo di acconto, l'offerta di risarcimento dell'impresa. Per accedere alla procedura il consumatore può rivolgersi ad una delle Associazioni dei consumatori aderenti al sistema, indirizzandole una richiesta di conciliazione, utilizzando il modulo che si può scaricare dai siti internet delle stesse Associazioni dei consumatori e dell'ANIA, ed allegando copia della documentazione in suo possesso (richiesta di risarcimento, modulo CAI ed eventuale risposta dell'impresa). La procedura non comporta costi per il consumatore fatta salva l'eventuale iscrizione all'Associazione a cui conferisce il proprio mandato. Maggiori informazioni sulla procedura di conciliazione paritetica e sulle modalità per accedervi possono essere trovate sui siti delle Associazioni dei consumatori aderenti all'accordo e sul sito dell'ANIA (www.ania.it).
  • Negoziazione Assistita: la negoziazione assistita è un istituto introdotto con il D.L. n. 132/2014 e consiste in una procedura condotta dagli avvocati nominati dalle parti che si incontrano con il fine di cercare una soluzione bonaria alla controversia insorta con la Compagnia. Può essere sempre utilizzata in via facoltativa, anche al di fuori dei casi in cui la legge la prevede come procedura obbligatoria, prima di ricorrere in giudizio
  • Mediazione: è un istituto introdotto con il D.Lgs. n. 28/2010 e si differenzia dalla negoziazione perché è prevista la presenza, oltre che degli avvocati che rappresentano le parti, di un soggetto terzo, estraneo, e quindi imparziale, denominato mediatore. La mediazione si svolge avanti uno degli Organismi di mediazione scelto dalla parte richiedente.

La procedura per la presentazione dei reclami in caso di rapporti di libera collaborazione, ai sensi dell'art. 22, comma 10, D.L. 179/2012 convertito in L. 221/2012, è la seguente:

L'intermediario collaborante, o i suoi dipendenti/collaboratori, che riceve un reclamo lo trasmette con immediatezza all'intermediario principale per conto del quale svolge l'attività di intermediazione assicurativa oggetto del reclamo, dandone contestuale notizia al reclamante. L'informativa al reclamante può essere fornita direttamente dall'intermediario principale.